Turkish Stream, accordo Gazprom-Ungheria

Il Paese magiaro verrà collegato al gasdotto entro la fine del 2019
Turkish Stream, accordo Gazprom-Ungheria
06 luglio 12:00 2017 Stampa

L’Ungheria riceverà il gas russo attraverso il gasdotto Turkish Stream. È quanto previsto dal nuovo accordo stabilito tra il Paese magiaro e il colosso energetico Gazprom. La notizia è arrivata dal ministro degli Esteri ungherese, Péter Szijjártó, ripresa dall’agenzia ungherese MTI.

Secondo l’agenzia, l’Ungheria verrà collegata al Turkish Stream entro la fine del 2019. Secondo il ministro Szijjártó, le forniture tramite questo gasdotto sono “il miglior scenario possibile, dal momento che le vie alternative attraverso Romania o Croazia non sono ancora state testate. Per questo motivo – ha concluso – l’Ungheria ha interesse nel ricevere il gas dal sud“.

Nel dicembre 2014 la Russia aveva rinunciato alla costruzione del gasdotto “South Stream“, che avrebbe rifornito Bulgaria, Serbia e Ungheria, mentre aveva deciso di portare avanti il progetto di un gasdotto che passasse attraverso la Turchia. Così il 10 ottobre 2016 la Federazione e il Paese della Mezzaluna hanno firmato un accordo intergovernativo sul progetto Turkish Stream.

Il progetto prevede la costruzione di due rami del gasdotto, della capacità di 15,75 miliardi di metri cubi ciascuno, lungo il fondale del Mar Nero. Un ramo arriverà direttamente in Turchia per consegnare il gas russo ai turchi, l’altro invece arriverà fino in Europa.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles