Alfano: sanzioni a Russia non siano rinnovate automaticamente

Il ministro degli Esteri auspica di tornare a un G8 con Mosca
Alfano: sanzioni a Russia non siano rinnovate automaticamente
22 marzo 10:01 2017 Stampa

Angelino Alfano è tornato a ribadire che le sanzioni contro la Russia per la crisi ucraina non possono essere rinnovate automaticamente, ma vanno valutate in base alla situazione. Ha anche auspicato che si ritorni ad avere un G8 con la Russia.

“E’ del tutto chiaro ed evidente che il nostro approccio e le sanzioni alla Russia non sono un automatismo e neanche il fine, poiché sono il mezzo per realizzare un accordo sull’Ucraina e non sono automatiche perché essendo uno strumento non si possono automaticamente rinnovare”, ha detto Alfano parlando da Washington, dove ha parlato alla stampa dopo avere prima parlato all’Atlantic Council e poi avere incontrato la delegazione italo-americana al Congresso Usa. “Quindi il mio auspicio è che ciò che consideriamo acerbo nella primavera del 2017 possa essere maturo l’anno prossimo e che dunque questo possa essere l’ultimo G7 e si ricominci con i G8”, ha proseguito Alfano.

Il capo della Farnesina prosegue la visita con un colloquio al Senato con il presidente della Commissione per gli Affari Esteri, Robert P. Corker. La giornata si concluderà con un cena di lavoro con il ministro degli Affari Esteri libico, Mohamed Taer Siyala e, se confermato, con il capo della diplomazia degli Emirati Arabi.

Eurasiatx/Askanews

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles