I diamanti di Alrosa sempre meno statali

Il colosso russo potrebbe veder scendere la partecipazione dello Stato dal 44% al 33%
I diamanti di Alrosa sempre meno statali
12 maggio 17:55 2016 Stampa

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto modificare la lista delle imprese strategiche della Federazione. Tra queste compare anche il colosso dell’estrazione dei diamanti Alrosa, che lavora 1/4 del totale dei diamanti presenti sulla terra, e che vedrebbe scendere la partecipazione statale al 33,001%. La notizia è stata riportata oggi dalla testata russa Tass, che cita fonti vicine ai vertici dell’organizzazione (non appare ancora nessun comunicato sul sito di Alrosa). Attualmente le quote in mano alla Federazione russa sono pari al 44%, mentre un 25% è in mano alla Repubblica di Sakha (Yakutia) e l’8% è posseduto dai distretti della Jacuzia. Il restante capitale sociale è invece sul mercato flottante, l’entrata del gruppo in borsa nel 2013, avvenuto dopo un’attesa di quasi dieci anni. Proprio oggi sul sito ufficiale della compagnia sono stati pubblicati i dati sulle riserve e le risorse (preparati dagli esperti della società Micon in conformità con il codice Jorc) che hanno evidenziato un aumento rispettivamente dell’11% e dell’8%.

 

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles