Armenia, prosegue la protesta: Mosca si impone come mediatore

Vice premier e capo diplomazia in Russia. Gente ancora in strada
Armenia, prosegue la protesta: Mosca si impone come mediatore
26 aprile 12:05 2018 Stampa

Proseguono anche oggi le proteste antigovernative in Armenia, invocate dal leader dell’opposizione Nikol Pashinyan, che ha chiesto una “resa” del partito al potere, mentre la Russia comincia a imporsi come mediatore della crisi. Il vice primo ministro armeno Armen Guevorkian si è recato a Mosca oggi per “consultazioni di lavoro” e dovrebbe rientrare in Armenia questa sera, ha detto un portavoce del governo armeno, senza fornire ulteriori dettagli.

Anche il ministro degli Esteri armeno Edward Nalbandian è a Mosca oggi per le consultazioni, secondo una fonte diplomatica citata dall’agenzia di stampa russa Interfax. L’annuncio arriva dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha parlato ieri con il suo omologo armeno Armen Sargsyan: i due leader hanno chiesto “a tutte le forze politiche (dell’Armenia) di mostrare moderazione e responsabilità”.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author