Collegamenti aerei, il Kazakistan guarda alle grandi capitali

Nuovi collegamenti aerei entro il 2020 con New York e alcune delle città più importanti dell'Asia
Collegamenti aerei, il Kazakistan guarda alle grandi capitali
13 ottobre 17:30 2016 Stampa

Tokyo, Singapore, Shanghai e New York. Sono solo alcune delle città su cui Astana sta guardando nel prossimo triennio per aumentare traffico passeggeri nel proprio Paese. Lo ha annunciato oggi durante la sesta riunione della commissione intergovernativa kazako-lettone il Ministero degli Affari Esteri del Kazakistan, secondo cui le quattro città sopra citate saranno le prime con cui verranno instaurati voli diretti entro il 2020. Grande attenzione per quanto riguarda l’Asia, quindi, ma senza dimenticare l’importanza di collegamenti intercontinentali anche con gli Usa, con un potenziale di oltre 320 milioni di cittadini. Durante la cerimonia per la firma del protocollo d’intesa con Astana è stato anche annunciato l’inizio della ricostruzione della pista dell’aeroporto Semey, nell’Oblys del Kazakistan Orientale.

Solo pochi giorni fa il numero uno della compagnia Peter Foster ha annunciato che verranno triplicati i voli dal Kazakistan alla Cina con l’obiettivo di intercettare 1 milione di passeggeri nei prossimi 3 anni. Inoltre meno di una settimana fa il ministro dei Trasporti russo Maxim Sokolov aveva annunciato uno ‘spazio aereo condiviso‘ per l’Unione economica eurasiatica durante il Forum della cooperazione interregionale tra la Russia e il Kazakistan, al fine di implementare il flusso di turisti in tutto il territorio dell’Eurasia.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles