Astana: marketing culturale per il rilancio dei musei

Investire in formazione e strumenti di marketing digitale, ad oggi ancora non del tutto compreso
Astana: marketing culturale per il rilancio dei musei
28 maggio 09:00 2017 Stampa

La capitale del Kazakistan guarda avanti e cerca di attrarre un numero sempre maggiore di turisti. Sotto la spinta di Expo Astana 2017, in programma quest’anno, si sono moltiplicate le iniziative che mirano a far scoprire il territorio del Paese attraverso percorsi culturali, attrazioni, e – ovviamente – attraverso la cultura. Un passo decisivo per far scoprire le radici e le tradizioni popolari, che è anche racchiuso all’interno dei diversi musei sparsi nel territorio. In un mondo iper-connessso le informazioni si trovano infatti online tramite smartphone, tablet e dispositivo connessi. La chiave di successo è quindi quella di poter aumentare il numero di presenze nei siti archeologici e nei musei conquistando sempre più consensi grazie ad un massiccio utilizzo di strumenti di marketing digitale.

“La cultura moderna dovrebbe essere promossa attraverso la tecnologia informatica e di marketing. Da questo dipende l’efficacia della politica culturale del Paese” è il pensiero del Rettore dell’Accademia Nazionale d’Arte kazaka  Zhurgenov Bibigul Nusipzhanova, che ha lanciato l’allarme sostenendo che è indispensabile intercettare una parte del pubblico in arrivo nella capitale quest’estate al fine di indirizzarlo alla scoperta delle bellezze artistiche e culturali del Paese. “Molti paesi stanno creando risorse web speciali, tra siti e mini-siti, app, dispositivi elettronici, per conquistare consensi attraverso la visione diversa della cultura in tempo reale. Ci sono addirittura musei online e gallerie digitali, che regalano emozioni nuove a chi si connette da casa. È una strada importante in cui bisogne investire e scommettere, per essere al passo con i tempi e non farsi trovare impreparati” ha commentato Nusipzhanova.

Istituzioni e progetti culturali possono combinare diversi strumenti di marketing.,  ma ad oggi il livello e le competenze per questo tipo di promozione sono molto scarsi. In più, secondo il Rettore di KazNAU, molti di questi “credono che il budget per questa tipologia di promozione sia contenuto, ed invece è esattamente l’inverso. Si tratta di uno degli strumenti con il più alto tasso di ritorno dell’investimento, a patto che venga fatto in maniera metodologica e con una strategia. Ad oggi invece i musei e le organizzazioni culturali preferiscono pubblicizzare se stessi e il loro prodotti culturali attraverso i blog e gli account sui social network, vanificando molti sforzi e risorse che non producono alcun effetto se non quello di dare informazioni a persone che potenzialmente sono già interessate e raggiungono questi siti in autonomia, senza quindi l’ausilio di strumenti di marketing”.

Tra le varie idee per attirare il pubblico avanzate da Bibigul Nusipzhanova vi sono anche quelle di concorsi e lotterie digitali, uno degli strumenti più popolare nella promozione con il Social Media Marketing. Tra gli esempi di cui si è discusso quello di lanciare contest, premi, regali, per coinvolgere gli utenti in diverse attività che ruotano attorno alle attività commerciali come ad esempio la realizzazione della grafica di una mostra, il design dei biglietti, e così via.

Museo della Storia del Kazakistan

Museo della Storia del Kazakistan

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles