Auto senza conducente da marzo 2019

Esperimenti legali a Mosca e in Tatarstan. Ogni autoveicolo assicurato per 10 milioni di rubli.
Auto senza conducente da marzo 2019
06 novembre 17:47 2018 Stampa

I primi veicoli senza conducente sulle strade russe attraverseranno le strade di Mosca (e in Tatarstan) nel marzo 2019. Auto “altamente automatizzate”. Un decreto governativo su un progetto pilota della durata di tre anni è stato pubblicato sul sito ufficiale delimitando i soggetti che possono partecipare alla fase sperimentale prevista: solo le aziende con un capitale sociale di 100 milioni di rubli potranno accedervi e ogni macchina che partecipa all’esperimento dovrà essere assicurata per 10 milioni di rubli. Di fatto il decreto definisce il ruolo di Yandex e di poche altre grandi aziende: le piccole imprese russe non saranno in grado di partecipare al progetto pilota.

Il decreto governativo redatto dal Ministero dell’Industria e del Commercio ha per titolo: “Sulla conduzione di un esperimento sulle operazioni di prova su strade pubbliche per veicoli ad alta automazione” e resterà in vigore dal 1° marzo 2019 al 1 ° marzo 2022 .

Per alcuni anni le autorità russe hanno discusso della possibilità di consentire alle automobili completamente autonome di viaggiare per le strade delle città russe.

Il documento descrive le condizioni per autorizzare la circolazione delle auto senza pilota: l’auto sarà equipaggiata con sistemi per “la registrazione video continua dei movimenti dentro e fuori l’abitacolo” nonché dovrà essere provvista di un pulsante per “attivare e disattivare il sistema di guida automatica”. L’organo preposto al rilascio delle autorizzazioni è il centro scientifico statale VUE NAMI . Nella fase sperimentale non potranno circolare più di 200 veicoli per regione.

Il proprietario avrà “piena e totale responsabilità per gli eventuali incidenti durante l’esperimento”.

 

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author