Avvelenamento da Novichok, Putin denuncia accuse Gb “infondate”

"Vorremmo vedere prove documentate, ma nessuno ce le dà"
Avvelenamento da Novichok, Putin denuncia accuse Gb “infondate”
17 luglio 09:53 2018 Stampa

Il presidente russo Vladimir Putin ha denunciato le “accuse infondate” su presunti nuovi casi di avvelenamento con l’agente nervino Novichok in Inghilterra, dopo quello dell’ex spia russa Sergei Skripal, imputato da Londra a Mosca. In un’intervista a Fox News, Putin ha detto che Londra non ha fornito alcuna prova del caso. “Vorremmo vedere prove documentate, ma nessuno ce le dà”, ha detto il leader del Cremlino.

“Vediamo solo accuse infondate. Perché si agisce in questo modo? Perché le nostre relazioni dovrebbero deteriorarsi a causa di ciò?” ha chiesto il presidente.

Una coppia inglese è stata avvelenata dal Novichok contenuto in una piccola bottiglia e gli investigatori britannici stanno cercando di determinare se il veleno proviene dallo stesso lotto che ha avvelebnato Sergei Skripal e sua figlia Yulia.

L’avvelenamento dell’ex spia e della figlia era stato attribuito da Londra a Mosca, che aveva negato qualsiasi coinvolgimento. Il caso ha provocato una grave crisi diplomatica tra il Cremlino e gli occidentali e un’ondata di espulsioni transfrontaliere di diplomatici. Le autorità britanniche hanno invitato esperti dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) a venire questa settimana nel Regno Unito per prelevare campioni, che saranno analizzati in laboratorio.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author