Azerbaigian mette piede nei giacimenti russi di Antipsinskij

Gruppo New Stream verso la vendita di  raffineria  alla Socar
Azerbaigian mette piede nei giacimenti russi di Antipsinskij
05 aprile 10:21 2019 Stampa

Le nuove relazioni politico-economiche tra Russia e Azerbaigian mettono a segno una inedita acquisizione diretta in territorio russo da parte della società petrolifera azera Socar.

La compagnia energetica Socar è pronta ad acquistare la raffineria di petrolio e i giacimenti di Antipinsk, in Russia, dal gruppo New Stream.  Socar pagherà una “somma simbolica” per il 100 per cento delle attività, assumendo anche il debito di 3 miliardi di dollari. L’accordo potrebbe essere chiuso entro la fine dell’anno. La compagnia energetica azerbaigiana finora non detiene  risorse petrolifere nella Federazione Russa La capacità di trasformazione primaria della raffineria di petrolio di Antipinsky è di 9 milioni di tonnellate di petrolio all’anno; l’impianto può produrre benzina e gasolio della classe Euro-5. I giacimenti petroliferi sono 45,5 milioni di tonnellate nelle categorie C1 + C2.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author