Baltic Gnl, accordo preliminare tra Gazprom e Shell

Il progetto è costruire un impianto con una capacità di 10 milioni di tonnellate di gas che soddisfi Europa ed America Latina
Baltic Gnl, accordo preliminare tra Gazprom e Shell
27 settembre 14:08 2017 Stampa

Nuovo accordo preliminare tra Gazprom e il colosso britannico Shell per il Baltic Gnl, progetto di un impianto a gas naturale liquefatto. Lo ha annunciato ai media il vice amministratore delegato di Gazprom Aleksander Medvedev, il quale ha poi sottolineato che un mese fa le due società avevano stipulato un altro accordo per la ricerca tecnica ed economica in merito a questo progetto.

“Gazprom sta lavorando insieme a Shell per un accordo preliminare sul Baltic Gnl, un progetto con una capacità di 10 milioni di tonnellate di gnl, e sull’inizio della sua operatività nel 2022-2023″ ha dichiarato Medvedev nel corso di una conferenza. Gazprom e Shell hanno firmato il primo memorandum d’intesa sul progetto nel giugno del 2016. In quell’occasione, sono stati esaminati i termini di cooperazione nell’ambito del progetto che, di fatto, dovrebbe soddisfare le esigenze del mercato europeo e latinoamericano.

Lo scorso giugno, poi, i dirigenti delle due società, Alexey Miller e Ben van Beurden, hanno concordato i termini per il finanziamento, la progettazione, la costruzione e il funzionamento del Baltic Gnl. Nella stessa occasione, cioè durante il Forum Economico di San Pietroburgo, i due dirigenti hanno firmato un accordo quadro di studio per produrre la documentazione necesaria alla realizzazione del progetto. Tra le varie decisioni prese, infine, si è stabilito che il Baltic Gnl debba essere costruito nella regione russa di Leningrado.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles