Belt and Road: l’agro-alimentare in Cina via Kazakistan

Ministro Finanze Kazakhstan, pronti a fornire a Pechino prodotti agricoli
Belt and Road: l’agro-alimentare in Cina via Kazakistan
10 maggio 08:34 2019 Stampa

Il Kazakhstan è pronto a fornire alla Cina una vasta gamma di varietà agroalimentari. Prodotte in Kazakistan ma anche importate. Lo ha detto il vicepremier kazakho e ministro delle Finanze Alikhan Smailov durante il secondo forum di cooperazione interregionale bilaterale in corso ad Almaty. “Riguardo l’industria siderurgica, la produzione di macchinari, le industrie chimiche e alimentari, ci sono stabilimenti industriali in Kazakhstan che hanno il potenziale di aumentare i volumi di vendite con la Cina”, ha detto Smailov. Il vicepremier ha sottolineato che le consegne di prodotti agricoli ecologicamente puliti verso la Cina hanno un grande potenziale. A oggi le parti hanno raggiunto un accordo per un accesso di 13 tipi di prodotti del complesso agroindustriale del Kazakhstan al mercato cinese, tra cui carne, prodotti ittici, colture industriali, soia, miele e farina. AIle 13 referenze “sdoganate” oggi potrebbero aggiungersi presto altre tipologie di produzioni agricole non precisate nell’incontro odierno. Il vicepremier ha ricordato che l’Iniziativa Belt and Road ha favorito la realizzazione della strategia di crescita del traffico di transito attraverso il Kazakhstan e che il potenziamento dell’infratruttura di trasporto consentirà di rendere il Kazakistan una vera e propria porta di accesso al mercato cinese per i prodotti agro-alimentari.

 

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author