Bergamo, la Russia si racconta attraverso musica e folklore

L'evento culturale si terrà a Stezzano (Bergamo) i prossimi 24 e 25 giugno
Bergamo, la Russia si racconta attraverso musica e folklore
23 giugno 09:30 2017 Stampa

L’arte, la cultura e la musica russa al centro. Saranno i focus dell’evento, organizzato dall’associazione Italia-Russia di Bergamo, che si terrà a Stezzano (Bergamo) i prossimi 24 e 25 giugno. Elena Treu, coordinatrice delle attività culturali, ha spiegato che l’evento è stato organizzato non solo per far conoscere la cultura russa, ma anche – e soprattutto – per far incontrare bergamaschi e russofoni “presenti in modo sempre più massiccio nella nostra provincia”, ha dichiarato la Treu.

Saranno perciò due giorni interamente dedicati alla Russia. Sabato 24 sarà  dedicato alla descrizione dei luoghi più noti e quelli, invece, da esplorare della Federazione. La narrazione sarà lasciata, tra gli altri, a Domenico Torregiani, guida turistica, ed Eliana e Nemo Canetta, esploratori esperti che racconteranno il loro viaggio nelle lande russe. “Gli unici esseri viventi sono uccelli, trichechi e orsi bianchi. Il paesaggio è sorprendente: calotte di ghiaccio, falesie che sfumano verso il cielo facendo tutt’uno con i suoi colori lattiginosi, giochi di luce sulla banchisa polare, dove l’unico suono è quello del vento. Poi il verde della vegetazione, bassa e rada, con il rumore assordante degli stormi di uccelli”.

Domenica 25, invece, l’evento verrà aperto dagli iconografi della scuola di Seriate che spiegheranno agli interessati come realizzare un’icona. A seguire, nel pomeriggio ci sarà un incontro letterario con Rosanna Casari, docente dell’Università di Bergamo. “Quest’anno è il centenario della Rivoluzione del 1917. Ne parleremo attraverso l’opera “L’accalappiatopi” di Marina Cvetaeva, che ne fa una metafora sullo sfondo della favola del pifferaio magico”.
Il tutto sarà poi accompagnato da canti popolari russi e ucraini proposti dal coro diretto da Inga Besere e l’intrattenimento per i bambini, curato dalla scuola russa di Mozzo.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles