Bevande energetiche, scamparto pericolo (per ora)

Il Governo ha posticipato a dicembre il riordino legislativo delle bevande
Bevande energetiche, scamparto pericolo (per ora)
15 aprile 08:45 2019 Stampa

Alla fine le autorità federali hanno stabilito che è prematuro limitare per legge l’assunzione di bevande energetiche. In precedenza era stata annunciata la nuova regolamentazione agli inizi della primavera, suscitando la protesta degli operatori di settore i quali si augurano ora che il rinvio sia solo l’anticamera della definitiva cancellazione del provvedimento. Di certo la bozza che era stata predisposta verrà modificata e riscritta.

Secondo le istruzioni del Vice Primo Ministro della Federazione, il Ministero della Salute, il Ministero delle Finanze, il Ministero dello Sviluppo Economico e il Servizio federale antimonopoli dovranno presentare un nuovo testo concertato entro il prossimo 2 dicembre . La decisione del Governo federale di predisporre una legge ad hoc si è resa necessaria a causa della contrastante regolamentazione in vigore a livello regionale, con 42 regioni che hanno in vario modo limitato l’uso di tali bevande.

Secondo il presidente dell’Unione dei produttori di bevande analcoliche, Novikov, le restrizioni in vigore in tali regioni sono discriminatorie poiché non si applicano ad altri prodotti ad effetto tonico come il tè, il caffè, il cioccolato, ecc. Inoltre la legislazione attuale contiene già requisiti estremamente rigorosi circa il contenuto delle bevande energetiche che rendono superflua la volontà di limitarne la vendita.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author