Bielorussia, regime visa free per 80 Paesi

Il presidente Alexander Lukashenko ha firmato il decreto per autorizzare l'ingresso senza visto per un periodo non superiore ai 5 giorni
Bielorussia, regime visa free per 80 Paesi
10 gennaio 17:21 2017 Stampa

La Bielorussia ha introdotto il regime senza visto per i cittadini di 80 Paesi. Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha firmato, lo scorso lunedì, un decreto per autorizzare l’ingresso senza visto per un periodo non superiore ai 5 giorni per i cittadini di 80 Paesi attraverso il passaggio della frontiera all’aeroporto internazionale di Minsk. Il decreto interessa 39 Paesi europei, inclusi tutti quelli dell’Unione Europea, ma anche il Brasile, l’Indonesia, gli Stati Uniti ed il Giappone.

“Il documento ha lo scopo di dare un impulso alla crescita dei viaggi di uomini d’affari, turisti e individui che hanno passaporti nazionali e non si applica agli stranieri che fanno viaggi ufficiali: diplomatici, commerciali e altri passaporti equivalenti ad essi”, ha dichiarato il servizio stampa delle relazioni presidente bielorusso.

Il documento prevede che per i cittadini del Vietnam, Haiti, Gambia, Honduras, India, Cina, Libano, Namibia e Samoa sia previsto un ulteriore requisito obbligatorio: un visto multi-ingresso valido di qualsiasi Paese dell’Ue o di uno “Stato Schengen” con un segno che conferma l’ingresso nel loro territorio. Ma ancora, questi cittadini dovranno possedere i biglietti aerei che confermano la partenza dall’aeroporto nazionale di Minsk entro cinque giorni dalla data di entrata.

Il Cremlino ha risposto: si tratta di un affare interno al Paese. Il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, ha dichiarato ai giornalisti che sicuramente la Bielorussia ha sicuramente preso in considerazione tutti gli aspetti legati al confine bielorusso-russo.
“È assolutamente un affare interno della Bielorussia, naturalmente ci sono aspetti legati alla nostra unione, ma siamo convinti che siano state valutate tutte le opportune considerazioni nel prendere questa decisione – ha affermato Peskov -. Naturalmente nel prendere tali decisioni si analizza l’intero processo in modo da eliminare ripercussioni sul nostro confine”. Il portavoce del Cremlino ha risposto affermativamente alla domanda se Minsk abbia coordinato il suo piano con Mosca. “Non vi posso dire come e quando, ma naturalmente le nostre forze di sicurezza sono in stretti rapporti, anche nel quadro dello Stato dell’Unione, quindi qui non ci dovrebbe essere alcun dubbio,” ha detto. Allo stesso tempo alla domanda se la Russia potesse adottare una decisione simile sul regime senza visto per i soggiorni di breve durata, Peskov ha detto: “Ora non sono pronto a rispondere a questa domanda.”

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles