Biodiversità, l’Artico al centro del master della Tomsk University

Il programma è composto di 23 corsi, tenuti da scienziati russi e stranieri, ai quali parteciperanno 10 studenti
Biodiversità, l’Artico al centro del master della Tomsk University
06 maggio 10:00 2017 Stampa

L’università statale russa di Tomsk ha lanciato un nuovo master in lingua inglese sulla biodiversità della regione Artica e della Siberia. Il programma è stato proposto dallo scienziato italiano Roberto Gatti, anche membro del BioClimLand Centre dell’università, e sarà composto da 23 corsi tenuti da scienziati russi e stranieri.

Tra gli insegnanti spiccano nomi illustri, come quello di Terry Callaghan, premio Nobel per la pace del 2007 e coordinatore della rete circumpolare ScanNet-InterAct delle stazioni artiche ad alta quota. Il master sarà estremamente esclusivo: la classe che si formerà quest’anno sarà composta solo da 10 studenti russi e stranieri. Di questi, cinque studenti russi riceveranno finanziamenti da parte del governo per seguire le lezioni e, una volta completato il ciclo di studio, gli sarà riconosciuta una laurea in biologia.

Il direttore dell’Istituo di Biologia dell’università di Tomsk, Danil Vorobyov, ha dichiarato: “ Il programma educativo sulla biodiversità sarà condotto principalmente sulle vaste distese della Siberia e della regione artica, che sono attraenti per la loro unica diversità biologica. Gli studenti laureati – ha aggiunto – avranno l’opportunità di acquisire conoscenze di prima mano non solo frequentando lezioni presso l’università, ma anche lavorando nelle stazioni di ricerca come, ad esempio, Aktru e Kaibasoso, che fanno parte del Sistema internazionale di monitoraggio artico Interact“.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles