Brexit con fuga di ministri?

Sempre più insistenti le voci di un accordo raggiunto tra Londra e Bruxelles. Ma 3 ministri sono pronti a lasciare il governo di May in caso di accordo.
Brexit con fuga di ministri?
12 ottobre 12:59 2018 Stampa

Almeno tre ministri del governo della premier britannica Theresa May sono pronti alle dimissioni dopo le voci su un imminente accordo con l’Ue che include la cosiddetta clausola di “backstop”. Secondo il Financial Times, May ha riunito il gabinetto ristretto, che comprende il Segretario di Stato per la Brexit, Dominic Raab, il ministro per l’Ambiente, Michael Gove, il cancelliere dello Scacchiere, Philip Hammond, il ministro degli Esteri, Jeremy Hunt, e il ministro per le Imprese, Greg Clark. Questo fa pensare che l’accordo con Bruxelles sia vicino.

L’accelerazione delle trattative rende più realistiche le minacce di quei ministri che ritengono che il piano di “backstop” sia un “tradimento” della Brexit. I tre ministri che potrebbero lasciare sono Penny Mordaunt, titolare dello Sviluppo internazionale, Esther McVey, ministro del Lavoro e la leader dei Comuni, Andrea Leadsom. I tre non sono stati invitati alla riunione ristretta di ieri.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author