Butina si dichiara colpevole di spionaggio per conto di Mosca

Ministro Esteri  russo aveva definito  inaccettabile la detenzione
Butina si dichiara colpevole di spionaggio per conto di Mosca
14 dicembre 09:49 2018 Stampa

La cittadina russa Maria Butina, arrestata a luglio negli Stati Uniti, ha dichiarato oggi in tribunale di essere colpevole di attività di spionaggio per conto di Mosca. Lo riferisce l’agenzia di stampa “Sputnik”, aggiungendo che Butina, interrogata sulla veridicità delle accuse a suo carico, avrebbe risposto affermativamente. Butina, 29 anni, è stata arrestata a Washington a metà luglio con l’accusa di agire come agente per il governo russo, accusa che la ragazza ha sempre negato. La ragazza, che rischia fino a 15 anni di carcere, è detenuta in un carcere nella città statunitense di Alexandria, in Virginia. Il ministero degli Esteri russo ha definito inaccettabile la detenzione della ragazza, mentre l’ambasciata russa negli Stati Uniti ha affermato che la giovane sta subendo pressioni psicologiche in carcere, tra cui frequenti controlli notturni, indagini a tappeto e rifiuto di cure mediche.

 

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author