Chiude Butyrka, la prigione dei dissidenti nel centro di Mosca

I detenuti verranno trasferiti nella periferia in un nuovo edificio.
Chiude Butyrka, la prigione dei dissidenti nel centro di Mosca
17 dicembre 10:15 2018 Stampa

I funzionari del sistema carcerario russo hanno definitivamente approvato la costruzione di un nuovo centro di pena  per 5 mila  detenuti  nella periferia di Mosca. Contemporaneamente  il Vice capo del sistema carcerario russo, Valery Maximenko, ha annunciato la chiusura definitiva  di Butryka  che pertanto verrà restituita alla municipalità . “Gli edifici abbandonati saranno consegnati alle autorità cittadine, spero che Butyrka, come  edificio storico, non  venga  demolita”, ha commentato. Il  nuovo  centro di detenzione  “sarà conforme a tutti gli standard europei”: quello che chiude, Butyrka, non lo è stato affatto  e le sue fortezze di mattoni hanno visto reclusi tutti i principali oppositori dell’era sovietica, da Alexander Solzhenitsyn a  Isaak Babel.

Oltre a Butyrka, i funzionari governativi hanno annunciato la chiusura di  un altro centro di detenzione soprannominato Presnya.  Resiste, invece , al corso della storia un altro famigerato penitenziario, il Matrosskaya Tishina.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author