Concorso fotografico Andrei Stenin, sino a 22 marzo per partecipare

Nuova edizione iniziativa in memoria fotoreporter ucciso in Ucraina
Concorso fotografico Andrei Stenin, sino a 22 marzo per partecipare
20 January 10:42 2017 Print This Article

Sono aperte sino al 22 marzo le iscrizioni per il concorso fotografico internazionale intitolato ad Andrei Stenin – il fotoreporter russo ucciso in Ucraina nell’agosto del 2014 – organizzato dal gruppo mediatico “Rossiya Segodnya” sotto l’egida della Commissione della Federazione Russa per l’UNESCO. Sul sito dedicato all’iniziativa è stata pubblicata la lista dei membri della giuria, che sarà chiamata a selezionare e premiare le opere quest’anno divise in quattro categorie: “Notizie principali”, “Sport”, “Il mio pianeta” e “Ritratto. Un eroe del nostro tempo”. In base al voto della giuria, per ogni categoria sarà assegnato un premio ai primi tre classificati e sarà consegnato anche lo speciale riconoscimento del “Grand Prix”. La premiazione dei vincitori e l’inaugurazione della mostra fotografica si terranno il 14 settembre 2017 a Mosca.

Nella giuria figurano il direttore della sezione fotografica di “Stern” Andreas Tramp, il redattore fotografico del gruppo mediatico Independent Media Ian Landsberg, la direttrice artistica del festival internazionale Cortona On The Move (Italia) Arianna Rinaldo, la curatrice principale e fondatrice del Centro di fotografia intitolato ai fratelli Lumière Natalija Grigor’eva-Litvinskaja, il fotoreporter di MIA “Rossiya Segodnya” e vincitore del prestigioso concorso mondiale World Press Photo Vladimir Pesnija, il presidente del quotidiano cinese Xinmin Evening News e direttore di giornali e mass media digitali dello Shanghai United Media Group Chen Qiwei, la fotoredattrice e docente di fotografia presso la Scuola di Arti Visive Barbara Gladkaja.

“Partecipando al Concorso internazionale intitolato ad Andrei Stenin, i giovani fotografi-documentaristi di tutto il mondo mostrano nei propri lavori non soltanto la triste realtà delle guerre e delle catastrofi, ma anche le speranze, i desideri e i sogni delle persone che finiscono nei loro scatti – afferma Ian Landsberg del gruppo Independent Media – Alla base di questo concorso vi sono concetti come il coraggio e la professionalità, la cui personificazione è stato il giornalista russo tragicamente scomparso Andrei Stenin”.

Il concorso è aperto ai partecipanti dai 18 ai 34 anni. Nel 2016 ha raccolto 6000 lavori da 71 Paesi del mondo, mentre le opere dei vincitori sono state mostrate nei festival e in mostre a Mosca, Instanbul, Cape Town, Shanghai, Pechino, Cairo, Berlino, Roma, Maribor e Lubiana. Il Grand Prix del concorso 2016 è stato ottenuto dal fotografo italiano Danilo Garcia Di Meo per la serie dedicata a una ragazza paralizzata, Letizia. La fotostoria ha conquistato la giuria, e il risultato è stato che l’eroina di quegli scatti ha compiuto il primo viaggio internazionale della sua vita in Russia, dove ha potuto raccontare di persona la sua esperienza e ispirare molte persone la cui vita è simile alla sua.

Il Concorso internazionale di fotogiornalismo intitolato ad Andrei Stenin si pone l’obiettivo di sostenere i giovani fotografi e di attirare l’interesse del pubblico sui compiti del moderno giornalismo fotografico. È una piattaforma per i giovani fotografi di talento, sensibili e aperti a tutto ciò che è nuovo, dalla quale spingono la nostra attenzione sulle persone e sugli eventi vicini a noi.

“Per qualsiasi persona valgono molto le parole di approvazione, le opinioni positive dei colleghi e dei personaggi di rilievo, e sono necessarie specialmente all’inizio del cammino, quando è facile disperarsi e credere che si stia facendo la cosa sbagliata – commenta il fotoreporter di “Rossiya Segodnya”, vincitore del World Press Photo Vladimir Pesnya – Il riconoscimento in un importante concorso internazionale è un aiuto incredibile per un giovane fotografo. Sono convinto che il concorso che porta il nome del mio collega della sezione fotografica di MIA “Rossiya Segodnya”, Andrei Stenin, rappresenti un alto standard per il giornalismo fotografico e che serva da rampa di lancio per la carriera di molti fotoreporter agli inizi”.

Eurasiatx/Askanews

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles