Confederations Cup, emessi 480mila ”passaporti del tifoso”

Il 90 percento è stato emesso a cittadini russi, il restante 10 percento a tifosi stranieri
Confederations Cup, emessi 480mila ”passaporti del tifoso”
07 luglio 12:02 2017 Stampa

Sono stati 480mila i passaporti cosiddetti “del tifoso” emessi per i tifosi della Confederations Cup, il trofeo calcistico che si è tenuto a Mosca, San Pietroburgo, Kazan e Sochi dal 17 giugno al 2 luglio scorsi. Dei documenti, il 90 percento è stato emesso a cittadini russi e il restante 10 percento agli stranieri. Lo ha annunciato il vicedirettore del dipartimento progetti strategici del ministero delle Comunicazioni, Andrey Romankov.

La maggior parte degli spettatori stranieri della Confederations Cup sono arrivati da Cile, Messico, Stati Uniti, Germania, Bielorussia e Kazakistan. I cittadini russi, invece, provenivano in maggior numero dalle città in cui si sono tenute le partite. “Tra gli spettatori russi vi sono stati i rappresentanti di 1700 diverse città – ha dichiarato Romankov -. Più di 25mila persone hanno usufruito della consegna postale gratuita i questo particolare passaporto”.

Per circa 13mila tifosi stranieri, invece, è stato emesso un passaporto in formato elettronico, utilizzato nel tragitto verso la Russia, e uno in versione cartacea, rilasciato al momento dell’ingresso allo stadio.
Il passaporto del tifoso, rilasciato soltanto se affiancato da un biglietto per una partita del torneo calcistico, è stato ritenuto, per gli stranieri, documento sostitutivo del visto d’ingresso in Russia.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles