Contraffatte & sequestrate

Dolce & Gabbana, Dior, Kenzo, Armani e Valentino: i marchi abusati
Contraffatte & sequestrate
13 marzo 17:18 2018 Stampa

Le misure di controllo e interdizione introdotte sui capi di abbigliamento pregiati sembrano funzionare. Le pellicce illegali  sequestrate dal Servizio federale Rospotrebnadzor  ( a cui spetta il compito di  identificare e sanzionare la  contraffazione)  dicono che la strada è giusta. Certo: rimane tanto da fare in un Paese  nel quale fino al 1997 il 97% dell’ abbigliamento, delle calzature e delle pellicce sono risultate false.

I numeri:  1.300 capi di abbigliamento sono stati ritirati sui punti-vendita ( provenienti da Italia, Polonia, Ucraina, Cina e Turchia) e 103 ordini sono stati annullati.

La marchiatura imposta per legge sulle pellicce  sta dando i risultati migliori: 87 partite di false pellicce prevalentemente a brand italiano sono state bloccate. I commercianti impegnati nella  vendita (vera)  dei capi (falsi) non hanno saputo  confermare la legalità dei marchi: non avevano , infatti, i contratti con i proprietari dei  marchi medesimi.

I prodotti di pelliccia  sono  tutti contrassegnati con il colore verde ( prodotti in Russia) e rosso (importati). Le informazioni sul prodotto  devono essere rese disponibili  attraverso  lettore QR installato sul dispositivo mobile. Ogni capo di abbigliamento è corredato da un microchip che contiene tutte le informazioni essenziali: nome, tipo di pelliccia, paese di origine, paese produttore, marchio e numero di conformità.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles