Corte di Strasburgo condanna Romania e Lituania: indulgenti con carceri Cia

'Hanno collaborato con programma segreto detenzione e torture'
Corte di Strasburgo condanna Romania e Lituania: indulgenti con carceri Cia
01 giugno 09:46 2018 Stampa

La Corte di Strasburgo ha condannato le autorità rumene e lituane per aver permesso alla Cia di mantenere sul loro territorio dei luoghi di detenzione segreti dove due uomini sospettati di terrorismo sono stati sottoposti a trattamenti inumani, e aver permesso agli americani di portarli fuori dal Paese.

A ricorrere alla Corte europea dei diritti umani di Strasburgo erano stati il saudita Abd Al Rahim Husseyn Muhammad Al Nashiri e Zayn Al-Abidin Muhammad Husayn, un apolide di origini palestinesi, entrambi ancora detenuti nella base di Guantanamo. Il primo, che ha già fatto condannare dalla Corte di Strasburgo la Polonia, sempre per la sua collaborazione con la Cia, era ricorso contro la Romania sostenendo che il Paese si era reso complice dei servizi segreti statunitensi permettendogli di detenerlo sul loro territorio e poi consentendogli di trasferirlo al di fuori di questo e tra l’altro sottoponendolo al rischio di essere condannato a morte.

Le stesse accuse sono state mosse alla Lituania da Zayn Al-Abidin Muhammad Husayn.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author