Cultura e business insieme a Torino

Una convention, in programma per il prossimo 20 giugno alla Reggia di Venaria Reale di Torino, che presenta esperienze imprenditoriali sull'asse italo-russa
Cultura e business insieme a Torino
14 giugno 12:07 2017 Stampa

Si chiama “Russia poliedrica e il mondo di Novapangea“. È il titolo della convention organizzata dall’Associazione Novapangea e il Centro Studi sulle Arti della Russia presso l’università Ca’ Foscari di Venezia in programma per il prossimo 20 giugno alla Reggia di Venaria Reale di Torino. L’incontro unisce cultura e business e presenta esperienze imprenditoriali sull’asse italo-russo.

I lavori della convention saranno suddivisi in due momenti: mattina e pomeriggio. Dalle 10 alle 13 interverranno attori del business italiano in Russia e russo in Italia, con una finestra sul Kazakistan. Dalle 14:30 alle 17:30 saranno operativi invece sette tavoli tematici, dedicati a Russia, Bulgaria e Paesi Balcanici, Emirati Arabi Uniti, Iraq, Africa e Kazakistan. Sarà questa la sede di presentazione e dibattito su progetti imprenditoriali di concreta prospettiva.

“La scelta del Centro Conservazione e Restauro di Torino non è casuale – ha dichiarato il presidente di Novapangea, Alessandra Campia -. Restauro significa rinascita e simbolicamente Novapangea intende parlare di rinascita del territorio, ricco non solo di prodotti, ma anche di professionalità di eccellenza. L’evento racchiude in sé significati importanti  e si propone di raccontare la storia dell’Associazione già vissuta positivamente con altri Paesi assieme ad imprese italiane. È fondamentale conoscere un Paese per poterci lavorare con maggiore serenità ed incisività. La cultura – ha infine concluso Campia -, in tutte le sue forme, può aiutare in questo percorso”.

In particolare, per la Russia è stata scelta l’arte figurativa per spiegare lo sviluppo socio-economico a partire dagli anni ’60, quando, grazie all’accordo tra Fiat e Urss nacque Togliattigrad. Ad illustrarlo, interverranno la Prof.ssa Silvia Burini ed il Prof. Giuseppe Barbieri, rispettivamente direttore e co-direttore del Centro Studi sulle Arti della Russia.
All’evento interverrà anche il famoso artista russo Grisha Bruskin l’ospite principale del padiglione Russia alla Biennale Arte di Venezia 2017 e già apprezzato a New York, Chicago, Caracas.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles