Danone si ferma al “semaforo”

Tutti i prodotti caseari Danone aderiscono al progetto Rospotrebnadzor per l'etichettatura volontaria con semaforo dei prodotti alimentari
Danone si ferma al “semaforo”
05 agosto 08:30 2018 Stampa

L’etichettatura volontaria con semaforo entrata il 1° giugno conquista un importante supporter: Danone. Il gelato è stato il primo prodotto che si è convertito all’etichettatura semaforica, mentre i prodotti lattiero-caseari hanno totalizzato circa il 30% di adesioni, con punto assai più ragguardevoli nel segmento dedicato ai bambini e agli anziani. Anna Popova, capo del Servizio federale per la tutela dei diritti dei consumatori ritiene che l’adesione della multinazionale al progetto consentirà in breve di ottenere risultati sorprendenti rispetto a quelli positivi registrati finora. L’etichettatura volontaria dei prodotti alimentari i colori del semaforo – rosso, giallo e verde – sulla base delle raccomandazioni alimentari redatte dal Rospotrebnadzor non si applicano a materie prime alimentari, zucchero raffinato, verdure e burro, strutto grasso e alle bibite con edulcoranti, additivi e spezie. Esclusi anche i chewing gum.

Cecilia Valentini

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author