Deflusso di capitali: via 17 miliardi di dollari dalla Federazione

L'annuncio è stato dato dal capo della Banca centrale della Russia, Elvira Nabiullina
Deflusso di capitali: via 17 miliardi di dollari dalla Federazione
16 dicembre 17:24 2016 Stampa

Il clima internazionale continua a non rassicurare gli investitori, dopo la grande fuga del 2015, continuano a far uscire denaro dalla Federazione allarmati dalla difficile condizione della moneta e dai rapporti in crisi con il Vecchio Continente. Neanche le nuove strade aperte ad Oriente, con Giappone, India e Cina solo per citarne alcune, hanno permesso di mettere fine al deflusso di capitali che secondo le stime ufficiali dovrebbe toccare i 17 miliardi di dollari. Ad annunciarlo durante una riunione del Consiglio di Amministrazione è stata il capo della Banca Centrale russa, Elvira Nabiullina: “Secondo le nostre stime, il deflusso netto di capitali sarà inferiore a 20 miliardi di dollari e dovrebbe attestarsi a quota 17 miliardi di dollari”.

Un ruolo importante lo giocherà anche l’afflusso di capitali per la privatizzazione di Rosneft, la compagnia petrolifera di proprietà in maggioranza del governo, diventata negli anni 2000 la maggiore industria petrolifera russa dopo aver acquisito all’asta le attività della Yukos, di cui si stanno vendendo alcune quote societarie.

Il Ministero delle Finanze ha infatti confermato che i proventi della privatizzazione del 19,5% delle azioni di Rosneft saranno presto trasferiti nel bilancio della Federazione russa nella sua interezza. L’importo della transazione è stato stabilito in 10,2 miliardi di euro, che verranno elargiti dalla cordata composta dal consorzio di trader svizzeri ‘Glencore’ e il ‘Fondo sovrano del Qatar'(Qatar Investment Authority).

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles