Destination Italia e Banca intesa insieme per il turismo russo in Italia

Questa partnership permetterà alle agenzie di viaggio e ai tour operator russi di effettuare i pagamenti in rubli o in valuta estera direttamente in Russia
Destination Italia e Banca intesa insieme per il turismo russo in Italia
14 marzo 16:00 2018 Stampa

MITT 2018, Destination Italia e Banca Intesa saranno presenti all’evento per incontrare gli operatori b2b del turismo attivi in Russia e nei Paesi CIS.

Destination Italia, insieme a lastminute.com group, sono il grande investimento nel turismo di Intesa San Paolo, che ha voluto dar vita a un grande operatore per l’incoming Italiano. Un nuovo modo per promuovere il turismo in Italia sul mercato internazionale, in particolar modo quello russo.

E, non a caso, sono proprio i turisti russi a occupare un posto di rilievo nel turismo italiano. Nel corso del 2017, infatti, sono tornati a crescere (+ 8% nei primi nove mesi dell’anno vs lo stesso periodo del 2016) e a far registrare un significativo aumento anche nelle spese di viaggio (+15%), come confermato dal rilascio di quasi un milione di visti per l’Italia nell’ultimo anno.

“Banca Intesa è presente sul mercato turistico russo da molto tempo, in quanto operatore ufficiale dei pagamenti dei servizi consolari per il rilascio dei visti – ha spiegato Antonio Fallico, presidente di Banca Intesa Russia -. Adesso la nostra presenza passa a un livello superiore. In collaborazione con Destination Italia, Banca Intesa fornirà alle agenzie di viaggio e ai tour operator russi la possibilità di effettuare i pagamenti in rubli o in valuta estera direttamente in Russia, utilizzando i conti aperti presso la nostra Banca”. Si tratta di una forte facilitazione, che non mancherà di avere effetti immediati sulla competitività dell’Italia come destinazione, rispetto agli attuali costi e tempi cui sono esposte le transazioni finanziarie.

“I sistemi di saldo dei servizi di viaggio all’estero sono stati purtroppo un ostacolo alla ulteriore crescita del turismo, a causa dei costi dei pagamenti internazionali, alla necessità di affrontare il cambio di valuta e purtroppo anche alle sanzioni verso la Russia, che attualmente causano lunghi e onerosi controlli obbligatori sulle transazioni verso l’Italia.” – dice Marco Ficarra, CEO di Destination Italia – “La presenza diretta, per la prima volta, di un operatore italiano con propri conti correnti in Russia, dimostra la nostra vocazione di Destination Management Company di riferimento, con chiari benefici sia per noi sia per tutto il Paese, che si vanno ad aggiungere a un forte rinnovamento del portafoglio prodotti, anche in collaborazione con importanti partner in Italia e in Russia”.

 

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles