DKC e il nuovo centro logistico a Tver

L'azienda italiana è leader nel settore dei materiali elettrici in Russia
DKC e il nuovo centro logistico a Tver
29 settembre 13:00 2016 Stampa

È stato inaugurato ieri a Tver il nuovo Centro Logistico robotizzato dell’italiana DKC, la più grande azienda produttrice di sistemi portacavi e apparecchiature a bassa tensione in Russia. Alla cerimonia hanno partecipato le autorità della regione russa di Tver, i rappresentanti del ministero dell’Industria e le aziende che hanno contribuito alla realizzazione dell’infrastruttura, tra cui la slovena Gorenje, accompagnata dall’ambasciatore di Lubiana a Mosca, Primoz Seligo.

Sempre in queste settimane, anche il gruppo tedesco Bettermann, tra i maggiori concorrenti della DKC, ha inaugurato un nuovo stabilimento in Russia, nella città di Lipetsk.

DKC è una delle aziende italiane (65% di proprietà della famiglia Cecconi) di maggior successo in Russia, leader nel settore dei materiali elettrici. è sbarcata sul mercato russo, aprendo il suo primo stabilimento a Tver il 15 agosto 1998 con la produzione di tubo corrugato. Nella stessa città è proprietaria di un intero parco industriale con oltre 1000 dipendenti e un fatturato che supera i 300 milioni di euro. DKC in questi anni ha acquisito più di dieci aziende italiane del settore, che hanno ampliato la gamma dei prodotti realizzati e venduti sia in Russia che in Europa.

In rappresentanza dell’imprenditoria italiana in Russia, è intervenuto il vice presidente di Gim Unimpresa, Vittorio Torrembini, ricordando le doti e le qualità umane del titolare italiano dell’azienda, Marco Cecconi, scomparso ad agosto all’età di 53 anni. Nel 2008 fondò la DKC Europe con produttivi in Italia, Ungheria, Romania e Brasile, ed ampiamente rappresentata nei mercati in Europa, America Latina, Nord Africa e Medio Oriente.

 

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles