Dodici nuove sanzioni alla Russia per la Crimea

Il Cremlino non vede prospettive di miglioramento delle relazioni con gli Stati Uniti dopo le elezioni
Dodici nuove sanzioni alla Russia per la Crimea
09 novembre 09:37 2018 Stampa

Gli Stati Uniti hanno imposto dodici nuove sanzioni alla Russia per l’annessione della Crimea da parte di Mosca colpendo due ucraini, un ufficiale russo e nove società.

Una delle società sanzionate è Southern Limited Liability Company , collegata alla Bank Rossiya e all’uomo d’affari russo Yuri Kovulchuk. Kovulchuk, che il governo degli Stati Uniti ha definito “il banchiere personale” di alti funzionari russi, è uno stretto alleato del presidente russo Vladimir Putin.

Tra le persone fisiche inserite nella lista nera c’è Andriy Sushko, un ufficiale del Servizio di sicurezza federale della Russia. Il Dipartimento del Tesoro afferma che à responsabile del rapimento di un attivista tataro di Crimea nel 2017, torturato mentre era detenuto.

Le sanzioni si colpiscono anche società che , secondo il Tesoro americano hanno beneficiato dell’annessione della Crimea: tra queste c’è il Mriya Resort and Spa, un investimento alberghiero finanziato dalla più grande banca russa, la Sberbank, sulla costa meridionale della Crimea nella città di Yalta.

Nella lista nera compare anche il Ministero della sicurezza della proclamata Repubblica popolare di Luhansk.

“Il Tesoro rimane impegnato a colpire chiunque, sostenuto dalla Russia, cerchi che di trarre profitto dall’annessione e dall’occupazione illegale della Crimea “, ha dichiarato in una nota Sigal Mandelker, sottosegretario al Tesoro.

Le sanzioni sono applicate in base a una legge statunitense del 2017 nota come Controvers the Adversaries Through Sanctions Act (CAATSA).

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author