Doping, Ministro sport russo: “Nessun legame con gli hacker”

"Come si può dire che questi sono gli hacker russi"
Doping, Ministro sport russo: “Nessun legame con gli hacker”
14 September 16:00 2016 Print This Article

Lo Stato russo non ha alcun legame con il gruppo di hacker “Tzar Team Team” (APT28), alias “Fancy Bears” che violato il database dell’agenzia mondiale antidoping (Wada). Lo ha detto oggi il ministro russo dello sport Vitaly Mutko. Mutko ha parlato da Atene dove era in programma l’elezione del presidente dell’Uefa, in qualità di presidente della Federcalcio russa. “Come si può dire che questi sono gli hacker russi? Si accusa la Russia per tutto” ha sottolineato Mutko. Al contrario “siamo molto preoccupati perché gli hacker hanno le stesse informazioni circa la atleti russi”. “Anche noi possiamo essere vittime”, ha aggiunto, dopo la pubblicazione di dati riservati rubati nel database della Wada che hanno convolti, tra gli altri, le tenniste Venus e Serena Williams, la ginnasta quattro volte oro olimpico Biles e la giocatore di Elena Delle Donne. Secondo il ministro russo, la legge russa prevede la protezione dei dati informatici e gli hacker possono essere perseguiti.

Eurasiatx/Askanews

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles