Grecia senza visto per i turisti russi

È la proposta avanzata all'ambasciatore ellenico in Russia, dovrebbe valere per i gruppi turistici fino a 20 giorni di permanenza
Grecia senza visto per i turisti russi
02 novembre 10:30 2016 Stampa

Entrata in Grecia senza visto per gruppi di turisti russi fino ad un massimo di 20 giorni. Questo il contenuto della proposta avanzata all’ambasciatore della Repubblica Ellenica in Russia, Andreas Friganasu. Lo ha annunciato, all’agenzia russa Ria Novosti, il vice presidente del Consiglio pubblico sotto l’Agenzia Federale per il Turismo, Dmitry Davydenko.

La proposta chiede di introdurre un “entrata senza visto (per un massimo di 20 giorni) ai gruppi organizzati di turisti russi in Grecia che possono dimostrare di aver acquistato il biglietto da un tour operator accreditato”, ha riportato Davydenko.

La Grecia è tra le prime destinazioni tra i turisti russi. Tuttavia le autorità dell’Unione Europea hanno recentemente imposto la necessità di impronte digitali a tutti i Paesi dell’accordo di Schengen e questo “ha ridotto significativamente il numero di visti rilasciati ed è aumentata il tempo per la loro registrazione – ha detto Davydenko -. Vi ricordo che la situazione che si è verificata a maggio e giugno 2016, ha raggiunto un punto critico e anche il presidente russo nel corso di un incontro con il primo ministro greco ha voluto porre l’attenzione su di essa. Sfortunatamente – ha concluso -, non abbiamo fiducia che nel 2017, questo problema verrà risolto”.

Riguardo alle procedure, Davydenko ha parlato di servizi consolari. Questi infatti “verrebbero informati tramite l’invio elenchi, compilati e certificati in modo coerente. Tale pratica è stata applicata con successo per l’organizzazione dell’esenzione del visto bilaterale tra la Federazione Russa e la Repubblica Popolare Cinese”, ha detto. In alternativa, si potrebbe fare in modo che si rilasci un visto nazionale greco, nel quale i cittadini russi indicano i luoghi turistici e le attrazioni che vogliono visitare nel Paese, ma che non permette di viaggiare per altri Paesi dell’area Schengen.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles