Erasmus in sicurezza: Ue mette al riparo gli studi dalla Brexit

In caso di mancato accordo partecipanti potranno finire studi
Erasmus in sicurezza: Ue mette al riparo gli studi dalla Brexit
20 marzo 09:35 2019 Stampa

Il Consiglio dell’Ue ha adottato misure d’emergenza a salvaguardia di quanti aderiscono al programma di scambi Erasmus+, nel caso di una Brexit senza accordo. I partecipanti potranno completare il programma e ricevere le sovvenzioni. Il regolamento adottato riguarda sia i partecipanti dei 27 Paesi Ue che quelli del Regno Unito, al momento della Brexit. Il provvedimento fa parte di un pacchetto di iniziative contro “ il tempo che sta per finire” per cercare di mitigare l’impatto di un divorzio senza intesa.

Il Consiglio dell’Ue ha adottato anche un regolamento che garantisce il finanziamento continuato, fino al 2020, dei programmi Peace e Interreg Va tra le zone di confine dell’Irlanda e dell’Irlanda del Nord, anche in caso di una Brexit senza accordo.

Il responsabile tedesco degli Affari europei Michael Roth, a margine del Consiglio Affari generali dell’Ue, ha fotografato  così la situazione attuale relativamente alla Brexit: “La palla è nel campo del Regno Unito e Londra deve dire cosa vuole. Abbiamo esaurito i negoziati e mi aspetto una proposta chiara e precisa da parte del governo britannico sul perché l’estensione è necessaria. Non è un gioco. E’ una situazione estremamente seria”.

Elisa Sergio

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author