Escalation diabolica per “influenza maligna”

A Mosca Tsipras incontra Putin. Lavrov accusa la Nato parlando al quotidiano di Atene.
Escalation diabolica per “influenza maligna”
07 dicembre 14:06 2018 Stampa

“Gli Stati Uniti si stanno intromettendo negli affari interni macedoni spingendo un accordo con la Grecia per aumentare l’offerta dello Stato balcanico di aderire alla NATO”: lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov.

Atene e Skopje hanno concordato che la Macedonia cambierà il suo nome nella Repubblica del Nord della Macedonia per porre fine a una disputa decennale e potenzialmente consentirle di unirsi all’alleanza militare transatlantica e all’Unione europea, alla quale la Russia si oppone.

“È ovvio che vi è un continuo intervento da parte degli Stati Uniti e dell’UE negli affari interni della Macedonia”, ha precisato oggi Lavrov in un’intervista al quotidiano greco Efimerida ton Syntakton mentre a Mosca sono in corso i colloqui tra Alexis Tsipras e Vladimir Putin.

Washington ha espresso preoccupazione per la “influenza maligna” della Russia in Macedonia e altrove nei Balcani occidentali, accusandola di cercare di minare i governi e bloccare i loro progressi verso l’integrazione internazionale.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author