Esportazioni russe nei Paesi Asean: dall’1,5% al 10% entro il 2020

Ne è convinto il Centro Russo per le esportazioni, istituito nel 2015 per facilitare le operazioni di export agli imprenditori russi
Esportazioni russe nei Paesi Asean: dall’1,5% al 10% entro il 2020
13 maggio 11:00 2016 Stampa

Il centro russo per le esportazioni (Rec, Russia Export Center) è convinto che il futuro per le esportazioni della Federazione sarà sempre più verso Oriente. Secondo gli ultimi dati pubblicati, infatti, basteranno solo 4 anni perché la quota delle esportazioni nelle nazioni Asean (Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico) cresca dall’attuale 1,5% fino al 10%. Lo ha annunciato il Ceo di Rec, Pyotr Fradkov, secondo cui questo risultato sarà “realizzabile entro il 2020”. Non senza qualche preoccupazione per l’aumento della propria quota di esportazioni in uno spazio – quello dell’Asean – dove sono già presenti molti paesi partner della Russia: “Certo, ci sono molti nostri partner, come la Cina che ha il 18% delle forniture nella regioni Asean, la Repubblica della Corea con il 6,5%, ma anche gli Stati Uniti che da soli hanno il 7%” ha aggiunto. Un confronto, quello sui mercati Asean, che Fradkov è convinto possa essere giocato dalla Russia puntando su prodotti competitivi e un buon rapporto tra qualità e prezzo.

Il Ceo di Rec non ha mancato di sottolineare che “le aziende russe hanno finalmente iniziato ad interessarsi seriamente ai mercati internazionali, dato che i mercati nazionali non rendono possibile uno sviluppo del business al ritmo desiderato. La Russia e le nazioni dell’Asean hanno ottimi rapporti di interazione politica, ma siamo ancora molto indietro per quanto riguarda quelli economici” ha concluso.

L’Asean (Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico) è un’organizzazione politica, economica e culturale di nazioni situate nel Sud-est asiatico. È stata fondata nel 1967 con lo scopo principale di promuovere la cooperazione e l’assistenza reciproca fra gli stati membri per accelerare il progresso economico e aumentare la stabilità della regione. È composta da alcuni membri fondatori (Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia) e da stati che vi hanno aderito in seguito (Brunei, Vietnam, Laos, Birmania e Cambogia).

Il Rec (Russia Export Center) è una società per azioni statale che offre servizi specializzati per gli esportatori, che prevedono sostegno finanziario e logistico, ma anche politico grazie all’interazione con i ministeri e le agenzie interessate. La creazione del Centro è stata voluta dal Governo russo il 13 aprile del 2015 e in questo stato iniziale di sviluppo del centro i servizi vengono forniti agli esportatori i modalità totalmente gratuita.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles