Etichettatura obbligatoria: è il turno dei prodotti alimentari

Tè, caffè, riso, pasta, prodotti in scatola di carne e pesce e prodotti lattiero caseari sono in lista
Etichettatura obbligatoria: è il turno dei prodotti alimentari
05 aprile 14:06 2018 Stampa

Etichettatura obbligatoria anche per i prodotti alimentari. Il Ministero dell’Industria russo (Minpromtorg) ha infatti inviato al governo un nuovo elenco di merci soggette ad etichettatura obbligatoria. Tra la lista c’è: tè, caffè, riso, pasta, prodotti in scatola di carne e pesce, birra, succhi di frutta e acqua minerale, prodotti lattiero-caseari e alimenti per l’infanzia.

In precedenza, l’agenzia ha declinato i punti standard che – insieme all’etichettatura – garantiscono ai clienti la qualità dei prodotti. Li ha forniti anche per i beni non alimentari come: scarpe, coperte, cappotti, impermeabili e giacche, camicie, abbigliamento in pelle, pneumatici, spiriti naturali e composite, macchine fotografiche.

Attualmente in Russia sono le pellicce ad avere un’etichettatura obbligatoria. E’ stato anche lanciato un progetto pilota per etichettare la droga e per sperimentare una marcatura digitale di prodotti del tabacco. Dal 1 ° giugno, inoltre, è previsto il lancio di un esperimento sulla marcatura delle scarpe.

Il Ministero dell’Industria e del Commercio spiega che il principio fondamentale utilizzato per la scelta dei prodotti per l’etichettatura è la necessità di costruire una “mappa dei bisogni” dei consumatori. In questa mappa elementi di riferimento sono il costo medio e la durata media dei prodotti, il volume del mercato in denaro e in natura, una valutazione esperta del rischio per la vita e la salute dei cittadini e una stima esperta della quota di traffico illegale. Un sistema unificato per contrassegnare le merci può iniziare a funzionare in Russia già nel 2024.

Print this entry

view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles