Export, la armi russe incassano 44 mld di dollari

Rosoboronexport ha raddoppiato negli ultimi dieci anni il fatturato delle sue forniture
Export, la armi russe incassano 44 mld di dollari
27 settembre 16:00 2017 Stampa

L’esportazione di armi ha fruttato alla russa Rosoboronexport 44 miliardi di dollari. Lo ha annunciato alla stampa l’amministratore delegato della società Rostec, Sergei Chemezov.

“Il totale delle forniture attraverso Rosoboronexport è raddoppiato negli ultimi dieci anni, da 6 a quasi 13 miliardi di dollari americani. Gli ordini ammontano a circa 44 miliardi a partire da settembre 2017“, ha detto Chemezov.

Le armi russe vengono consegnate a settanta Paesi diversi in un ambito di cooperazione per la tecnologia della difesa, ha detto il top manager. L’India e la Cina sono partner strategici tradizionali. In particolare, i carri armati SU-30 MKI e T-90 al momento sono prodotti in India, con la quale recentemente è stato firmato un contratto di joint venture e uno di localizzazione di elicotteri Ka-226.

“Il mercato del Medio Oriente e del Nord Africa rappresentano le parti del mondo che richiedono più forniture. È in corso anche la cooperazione con le nazioni latinoamericane”, ha dichiarato il top manager. “Rosoboronexport, che fa parte anche della società Rostec, rappresenta attualmente oltre l’85 percento dell’export russo di armi”, ha concluso Chemezov.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles