Exxon Mobil chiede a Usa un’esenzione dalle sanzioni alla Russia

Ex gruppo di Tillerson vuole continuare a lavorare con Rosneft
Exxon Mobil chiede a Usa un’esenzione dalle sanzioni alla Russia
20/04/2017 Распечатать

Exxon Mobil ha chiesto al dipartimento del Tesoro una esenzione dalle sanzioni stabilite dagli Stati Uniti nei confronti della Russia, per poter tornare a lavorare con la sua joint venture PAO Rosneft, colosso petrolifero legato al Cremlino. Lo scrive il Wall Street Journal citando fonti vicine alle due parti. Il rapporto tra Exxon e Rosneft era stato stabilito dall’allora amministratore delegato, Rex Tillerson, ora segretario di Stato americano.

Exxon sta cercando di avere il via libera dal governo americano per poter estrarre petrolio in aree proibite dalle sanzioni e in particolare in una parte del Mar Nero. Proprio quest’ultima sarà presa in seria analisi dal Congresso, che in questo periodo sta valutando la possibilità di ampliare i provvedimenti economici nei confronti della Russia.

Gli Stati Uniti infatti vogliono dare una risposta agli attacchi hacker guidati da Mosca e alle interferenze del Cremlino nelle elezioni presidenziali americane del 2016. Il Congresso ha inoltre lanciato una indagine sui rapporti tra il team di Donald Trump e il governo russo nel corso della campagna elettorale e della transizione alla Casa Bianca.

Eurasiatx/Askanews

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles