Gazprom-Naftogaz, scheggie sul Nord Stream 2

Naftogaz conferma di aver fatto appello ai tribunali svizzeri per far valere il debito di Gazprom
Gazprom-Naftogaz, scheggie sul Nord Stream 2
01 giugno 10:13 2018 Stampa

La Company russa Gazprom dichiara di non aver ricevuto documenti ufficiali e di non essere oggetto di iniziative conseguenti alla decisione dell’Arbitrato di Stoccolma. Conformemente alle norme del diritto internazionale, le decisioni di arbitrato (applicabili in quasi tutti i paesi del mondo) sta producendo conseguenze operative: all’inizio della giornata, i media riferiscono che Naftogaz è alla ricerca di beni di società russe in Svizzera, nei Paesi Bassi e nel Regno Unito. Gli ufficiali giudiziari svizzeri, tuttavia, già la sera del 29 maggio hanno visitato l’ufficio della società di progetto Nord Stream (“figlia” di “Gazprom”) e hanno redatto un inventario della proprietà. Gazprom nega di aver ricevuto comunicazione ufficiale relativa alla attenzione riservata alla società che formalmente gestisce le operazioni Nord Stream 2.

Elisa Sergio

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author