Il bracialetto elettronico che salva la vita dei malati cronici

Le cliniche di Astana sperimentano braccialetti sanitari con cartelle cliniche dei pazienti
Il bracialetto elettronico che salva la vita dei malati cronici
14 gennaio 12:53 2019 Stampa

Secondo le statistiche, ogni anno circa 500 pazienti entrano nei pronto soccorso di Astana in stato di incoscienza.

Ai sanitari spetta il compito di ricostruire faticosamente il quadro clinico del paziente ricorrendo a faticose e spesso improduttive ricerche supplementari tramite familiari e conoscenti. Sapere esattamente di cosa soffre il paziente equivale a poterlo salvare.

Un progetto pilota contenente codici sanitari aggiornati è stato introdotto con il nuovo anno ad Astana e applicato a 200 pazienti cronici che potranno essere prontamente assistititi in caso di nuovo ricovero.

Il dispositivo contiene infatti tutte le informazioni utili a prestare il primo soccorso e inquadrare il percorso di intervento.

Il codice QR del paziente viene immediatamente scansionato e le informazioni del paziente incorporate nei braccialetti rese disponibili all’equipe medica. Il collegamento tra le ambulanze e i pronto soccorso della città consentono la predisposizione delle cure durante il tragitto in ambulanza .

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author