Il Centenario

Domani 23 febbraio ricorre il centenario della costituzione dell’Armata Rossa, creata quattro mesi dopo la Rivoluzione d’Ottobre del 2017 in Russia. Oggi è la base delle Forze Armate della Federazione. 400 mila tra ufficiali di carriera e militari in fermo domani saranno in festa per le vie di Mosca
Il Centenario
22 febbraio 18:55 2018 Stampa

Il Ministero della Difesa dichiara che oggi il 70% degli uomini dell’Armata Rossa ha oggi un’istruzione professionale superiore o secondaria.

L’Armata Rossa dei Lavoratori e dei Contadini, più comunemente Armata Rossa, fu il nome dato alle forze armate russe dopo la disintegrazione delle forze zariste nel 1917. Istituita su decreto del Consiglio dei commissari del popolo della RSFS Russa nel 1918 e, divenne l’esercito dell’URSS al momento della fondazione dello Stato stesso, nel 1922. Lev Trockij, commissario del popolo per la guerra dal 1918 al 1924, ne è considerato il fondatore.
Oggi è il nome dell’esercito della Federazione Russa.

Dopo la vittoria sulla Germania nazista, l’Armata Rossa, pur riducendo i suoi effettivi a circa 3 milioni, rimase il più potente esercito in Europa e durante la Guerra fredda mantenne le sue armate schierate lungo la Cortina di ferro insieme alle forze degli altri paesi del Patto di Varsavia. Nel 1946 la denominazione Armata Rossa venne, almeno ufficialmente, modificata in Armata Sovietica. Ma tale nome non ebbe fortuna quanto l’originario.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author