Francesco manda il nunzio Migliore a Mosca

Vado in Russia per costruire ponti in nome del Papa, ha detto il vescovo cuneese dopo la nomina
Francesco manda il nunzio Migliore a Mosca
30 maggio 17:00 2016 Stampa

“Costruire ponti” e lasciare da parte “quei meccanismi interpretativi della diplomazia che spesso sono precostituiti e rigidi”. Questa la “consegna” di Papa Francesco all’arcivescovo
Celestino Migliore. Papa Francesco lo ha nominato nuovo nunzio apostolico della Santa Sede nella Federazione Russa. Cuneese, focolarino, già osservatore permanente della Santa Sede presso il Consiglio d’Europa, negli ultimi sei anni nunzio apostolico in Polonia (che lascerà tra poche settimane).

Migliore ha raccontato al giornale di Cuneo, La Guida, che “già a fine febbraio scorso, dopo l’incontro di Papa Francesco col Patriarca Kirill, avevo avuto le prime avvisaglie di trasferimento a Mosca. Poi la burocrazia ha preso il suo tempo”. Infine, la nomina papale. Dopo l’incontro di Jorge Mario Bergoglio con il patriarca Kirill, lo scorso febbraio a Cuba, le due Chiese sono a chiamate a compiere altri passi lungo il tragitto indicato. Quanto alla Polonia, “dopo un Nunzio ‘migliore’, potrà venirne solo uno ‘ottimo’”, si limita a dire, con una battuta mons. Migliore.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles