Il parco eolico nella città più a nord del circolo polare artico

Inaugurato dalla Russia l’impianto Polar Microgrid per ridurre il consumo di gasolio nella regione abitata da neanche 5 mila abitanti e dove il termometro scende a -50
Il parco eolico nella città più a nord del circolo polare artico
07 novembre 22:20 2018 Stampa

La company energetica russa RusHydro ha inaugurato il primo parco eolico in un remoto villaggio a nord del Circolo polare artico per aiutare 4.600 dei suoi abitanti a ridurre la dipendenza da costosi generatori diesel e dalle consegne di carburante.

Il parco eolico della RusHydro è stato realizzato con ricercatori giapponesi e il sostegno dell’amministrazione della repubblica dell’Estremo Oriente russo di Sakha . L’obiettivo dichiarato del progetto “Polar Microgrid ” è quello di integrare gli impianti di generazione esistenti con i nuovi generatori eolici . Oggi è stata inaugurata la centrale eolica da 900 kilowatt nella ventosa cittadina di Tiksi.

Le tre turbine utilizzate nello stabilimento sono state costruite dalla società giapponese di energia rinnovabile di Komaihaltec e sono in grado di sopportare temperature di congelamento fino a meno 50 gradi Celsius. Il parco eolico aiuterà i residenti di Tiksi a ridurre la “dipendenza” dal gasolio per 500 tonnellate l’anno. Problemi? “Ci aspettiamo che le attrezzature resistano a condizioni climatiche difficili e ne dimostrino l’efficacia”, ha affermato il direttore generale RusHydro, Nikolai Shulginov.

RusHydro è impegnata in altri quattro parchi eolici situati in località remote della Siberia e dell’Estremo Oriente con una capacità combinata di quasi 2.500 kilowatt.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author