Il Teatro alla Scala ammalia Astana

La compagnia si è esibita all'Astana Opera dal primo al 9 settembre
Il Teatro alla Scala ammalia Astana
13 settembre 12:00 2017 Stampa

Il Teatro alla Scala ha ammaliato per la prima volta l’Astana Opera con il suo tour dal primo al 9 settembre. L’opera verdiana “Fallstaff” è andata in scena l’1, il 4, il 6 e l’8 settembre sotto la regia di Damiano Michieletto, uno dei più innovatori registi d’opera del panorama italiano.

“Non ci sono arie e cori. L’opera è completamente diversa – ha dichiarato Michieletto – . Quanto a me, è stata una lezione di vita: non si può smettere di cercare qualcosa di nuovo. Verdi ha trovato nuovi modi per risolvere i problemi, perciò tutti noi dobbiamo cercare qualcosa di più”. I sogni e la realtà, passato e presente si intrecciano in un’affascinante produzione che combina diversi stili ed epoche. La storia toccante e imprevedibile delle avventure di Sir John Falstaff è di fatto una delle preferite degli ascoltatori di tutto il mondo.

Ad interpretare il ruolo del protagonista è stato il famoso baritono Ambrogio Maestri che, dal suo debutto nel 2001, ha recitato in più di 250 spettacoli in 30 Paesi diversi. Maestri, insieme alla compagnia, si è esibito sotto la guida e la direzione dei Maestri Zubin Mehta e Bruno Casoni.

Il tour è stato realizzato grazie alla collaborazione tra il Ministero della Cultura e dello Sport del Kazakistan ed Eni, sponsor unico dello spettacolo. Nonostante l’intensa stagione trascorsa, il Teatro alla Scala si è esibita ( e continuerà a farlo) in tutti i più importanti teatri internazionali, promuovendo in tutto il mondo il patrimonio operistico e culturale italiano.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Nicole Volpe
Nicole Volpe

View More Articles