“Internet delle cose” e 5G: 5,3 miliardi di offerte

Di Maio annuncia da Bruxelles che l’interesse dei grandi player telefonici ha quasi triplicato le offerte per le frequenze radiotelevisive.
“Internet delle cose” e 5G: 5,3 miliardi di offerte
28 settembre 09:33 2018 Stampa

In occasione dell’ingresso dell’Italia nella “European Blockchain Partnership” il Ministro dello sviluppo economico e del lavoro Luigi Di Maio ha comunicato che in pochi mesi l’interesse del mondo delle tlc per le frequenze radiotelevisivi ha fatto salire la base d’asta fissata a 2 miliardi fino a 5,2 miliardi : “ In questi giorni stiamo facendo la gara per il 5G. Il 5G non serve tanto i cellulari, ma servirà alle aziende e alla pubblica amministrazione per trasferire una grande mole di dati. Il 5G viaggia sulle frequenze radiotelevisive e pensate che queste frequenze che stiamo mettendo all’asta partivano da una base di 2 miliardi” ha spiegato il Ministro. In questo modo anche l’internet delle cose (IOT) godrà di una forte accelerazione.

“Stanno partecipando i grandi player telefonici delle telecomunicazioni e siamo arrivati già a 5,3 miliardi di euro di offerte perché è una cosa molto importante per lo sviluppo del nostro paese. Per intenderci il 5G permetterà alle auto senza guidatore di poter funzionare. Perché è come se fosse, lo dico in maniera banale, un tubo più largo su cui passano i dati più velocemente, e quindi un’auto senza guidatore, per ricevere l’input di frenare perché ha un’auto davanti, quell’input lo riceverà più velocemente se i dati viaggeranno più in fretta”.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author