Io spio, tu spii, egli spia

Putin, il controspionaggio russo ha scoperto 600 spie nel 2018
Io spio, tu spii, egli spia
08 marzo 11:25 2019 Stampa

I servizi segreti stranieri stanno aumentando la loro attività in Russia e il numero di agenti scoperti dal controspionaggio russo, nel solo 2018, ha raggiunto circa le 600 unità. Lo ha affermato il presidente della Federazione russa, Vladimir Putin, intervenendo al consiglio del Servizio per la sicurezza federale russo (Fsb). “Le agenzie di controspionaggio hanno agito in modo produttivo nello scorso anno. Grazie a operazioni speciali riuscite, sono stati arrestati 129 agenti infiltrati come  “personale” di vari organismi  e 465 agenti di servizi speciali stranieri”. Secondo il Presidente della Federazione “l’intelligence straniera sta cercando di aumentare la propria attività nei confronti della Russia, provando ad accedere alle informazioni di natura politica, economica, scientifica, tecnologica”. I servizi segreti stranieri, ha sottolineato il presidente russo, “stanno cercando, come ai vecchi tempi di influenzare maggiormente i processi rilevanti nel nostro paese”.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author

Domenico Nucera
Domenico Nucera

View More Articles