Kazakistan, giù la produzione di uranio

L'annuncio è stato dato dal numero uno di Kazatomprom, Askar Zhumagaliyev
Kazakistan, giù la produzione di uranio
10 gennaio 11:15 2017 Stampa

La società nazionale per la produzione di uranio del Kazakistan, Kazatomprom, ha annunciato oggi che per i 2017 è previsto un taglio del 10% alla produzione di uranio nel Paese. Si tratta di una riduzione di più di 2mila tonnellate di uranio e più di 5 milioni di libre di U308, si legge sul sito ufficiale della compagnia. In generale è pari a circa il tre per cento della produzione totale di uranio mondo (gli indicatori si basano su dati 2015 di UXC Consulting, ndr).

“L’estrazione dell’uranio in Kazakistan è svolta da Kazatomprom e da alcune società straniere regolate da accordi e joint venture. La produzione per ogni miniera è regolata degli Organi Amministrativi, che hanno deciso la riduzione del volume della produzione nelle varie società minerarie in maniera diversa, anche se il dato complessivo inerente i tagli non supererà il 10%”.
Secondo il servizio stampa queste decisioni vengono prese in base all’attuale sovrabbondanza sovrabbondanza registrata nel mercato dell’uranio. Nonostante le riduzioni, Kazatomprom rimane ad oggi il leader mondiale nella produzione di uranio e continuerà a sostenere la crescita del nucleare in tutto il mondo. Secondo quanto reso noto da Askar Zhumagaliyev (in foto), numero uno della società statale kazaka, questa scelta è da considerarsi “strategica” e non influenza l’adempimento degli obblighi contrattuali verso i clienti.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles