Kirghizistan, approvata la rifoma costituzionale, ma vota solo 40%

Tra le novità più importanti quella dei matrimoni ed il maggior potere del Primo Ministro
Kirghizistan, approvata la rifoma costituzionale, ma vota solo 40%
11 December 19:00 2016 Print This Article

E’ stata approvata con il 79,67% dei voti a favore la riforma costituzionale in Kirghizistan. L’affluenza, però, è stata soltanto del 40%, secondo i dati preliminari annunciati dalla commissione elettorale.

La riforma prevede che il primo ministro, il fedele alleato del presidente Almazbek Atambayev, Sooronbay Jeenbekov, avrà più poteri sulla legislazione legata al bilancio e non avrà più bisogno dell’approvazione del Parlamento o del presidente per nominare o licenziare i ministri. In molti hanno criticato la decisione di rafforzare il potere del primo ministro, ruolo che Atambayev potrebbe ottenere dopo la fine del suo mandato presidenziale l’anno prossimo.

Gli altri emendamenti che hanno destato critiche riguardano i diritti individuali: una delle modifiche, su cui la Commissione di Venezia del Consiglio d’Europa ha espresso i suoi timori, definisce il matrimonio “tra un uomo e una donna”, invece che unione di “due persone”, come in precedenza. Un altra modifica costituzionale ha cancellato l’obbligo per il governo di considerare le opinioni delle organizzazioni internazionali per i diritti sulle denunce di violazioni.

Eurasiatx / Askanews

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Davide Lonardi
Davide Lonardi

Giornalista iscritto dall'Ordine Nazionale dal 2011, nutre una particolare passione per il mondo dell'editoria online. Collabora con diverse testate occupandosi anche di strategie di marketing e di personal branding sul web

View More Articles