La Cina interessata all’oro russo

Le aziende cinesi vogliono comprare le azioni dei giacimenti russi
La Cina interessata all’oro russo
28 luglio 10:21 2016 Stampa

L’oro prodotto in Cina non basta per soddisfare la crescente domanda del Paese. Per questo motivo le aziende cinesi hanno dichiarato di essere interessate a comprare le azioni dei giacimenti d’oro in Russia. Si sta parlando anche di questo al China Gold Congress & Expo 2016 che si conclude oggi a Pechino.

Il business cinese è già presente nel settore russo dell’oro e il presidente dell’Unione russa dell’industria aurifera, Sergey Kashuba, ha reso noto che in futuro il numero di grandi progetti con la Cina dovrebbe crescere. Inoltre, le risorse minerarie russe sono più ricche di quelle cinesi: in Cina c’è un grammo d’oro per ogni tonnellata di polvere d’oro, in Russia invece il rapporto è raddoppiato.

“Molti giacimenti si trovano all’interno del Circolo Polare Artico – ha affermato Kashuba . Da quelle parti l’estrazione è difficoltosa, richiede un’esplorazione preliminare ed il costo è elevato. Dunque nella partnership con i cinesi i progressi in questa direzione sono del tutto reali. Recentemente, il presidente Vladimir Putin ha firmato un decreto per l’importazione e l’esportazione di pietre e metalli preziosi. Il documento si espande e semplifica le condizioni di esportazione di diamanti grezzi, così come l’importazione e l’esportazione di metalli preziosi”.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author

Cecilia Valentini
Cecilia Valentini

View More Articles