La passione di Fico per il controllo  del traffico a Mosca

“Non vi nascondo che quello della mobilità nelle città è un tema che mi ha sempre molto incuriosito”. Visita al Centro di controllo della Capitale.
La passione di Fico per il controllo  del traffico a Mosca
04 marzo 12:57 2019 Stampa

La visita sita ufficiale in Russia  del Presidente della Camera  Roberto Fico, in occasione della XVI Riunione della Grande Commissione interparlamentare Italia-Russia, ha consentito  una visita al Centro di Controllo Operativo per la circolazione stradale di Mosca. “Si tratta di un sistema che garantisce il continuo monitoraggio del traffico della capitale russa e il coordinamento del funzionamento dei mezzi pubblici” ha commentato   via Facebook il Presidente precisando che si è trattato di “una visita davvero interessante”.

Il Presidente tuttavia  non è entrato nel merito della caratteristica peculiare del  controllo della mobilità che vede i

principali operatori di telecomunicazione della Russia  impegnati nella vendita dei  i dati di localizzazione dei propri clienti (per milioni di dollari) al municipio di Mosca.

Nella  Capitale russa occupa già uno dei più grandi sistemi di riconoscimento facciale del mondo, con 174.000 telecamere di sorveglianza che entreranno in funzione nel corso del 2019.. La nuova legislazione antiterrorismo che è entrata in vigore la scorsa estate  consente alle  autorità di Mosca di utilizzare  i dati della carta SIM che tracciano i movimenti giornalieri degli utenti di cellulari sui mezzi pubblici.

Il Municipio di Mosca ha speso 101,8 milioni di rubli ($ 1,5 milioni) nel 2018 e 516 milioni di rubli complessivi dal 2015  per acquisizione e gestione dei dati geospaziali, secondo i calcoli realizzati dal quotidiano Videmosti  in base ai  dati degli appalti   pubblicati .

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author