La stretta via tra OMC e CEEA

La Bielorussia  tentata dall’Organizzazione mondiale del commercio. Ma fedele alla Comunità economica eurasiatica
La stretta via tra OMC e CEEA
11 febbraio 08:00 2018 Stampa

 

La Bielorussia spera di concordare in breve tempo con i membri dell‘Organizzazione mondiale del commercio (OMC) i termini della propria adesione. Minsk non considera l’adesione all’OMC un atto ostile nei confronti della Ceea. L’equilibrio della doppia appartenenza è stato sostenuto dal ministro degli Esteri della Bielorussia, Vladimir Makei. “Per la Bielorussia, l’adesione all’OMC non è fine a se stessa. Vediamo questo non come una mossa politica, e come incentivo per la modernizzazione dell’economia nazionale, la possibilità di rafforzare la nostra posizione nel mercato globale e confermare l’immagine della Bielorussia come un partner commerciale affidabile”.

Makei ha puntualizzato nel corso di una intervista al quotidiano Izvestia che il suo Paese crede nella conciliabilità della doppia adesione e che tale fiducia non mina il processo di appartenenza alla Comunità economica eurasiatica: “La Bielorussia ha ripetutamente sottolineato il suo impegno nei confronti delle idee dell’integrazione eurasiatica. Sono fiducioso che con il sostegno dei membri della CEEA – in particolare, con il concorso attivo della Federazione Russa – troveremo un efficace punto di incontro”.

Print this entry

  Article "tagged" as:
  Categories:
view more articles

About Article Author