La torre di Fuksas per l’abbraccio tra Europa e Oriente

A Capodistria, alta 111 metri
La torre di Fuksas per l’abbraccio tra Europa e Oriente
11 aprile 18:15 2018 Stampa

Una vita ormai nomade tra Roma, Parigi e Shenzen, cinquant’anni di attività con decine di lavori in cantiere e più di 600 grandi progetti realizzati in tutto il mondo: l’architetto italiano Massimiliano Fuksass ha presentato oggi Trieste il nuovo progetto per il litorale di Capodistria in terra slovena. Il progetto è frutto di un bando vinto dal suo studio con l’architetto sloveno Sandi Pirš.

Il progetto prevede una struttura a doppia ellisse leggermente inclinata verso il mare, in grado di superare il dislivello tra il monte e la spiaggia, con intorno un’area ludica per i bambini e una serie di interventi di riqualificazione del litorale. Alta oltre 111 metri, la torre è collegata alla sommità del monte e a un grande edificio circolare destinato ad accogliere bar, ristoranti e spazi per la cultura, da un imponente ponte vetrato e coperto lungo 100 metri.

“Le due ellissi che si incontrano sono l’idea di due mondi, quello europeo e quello orientale, che si incontrano e si conoscono “, ha spiegato l’architetto.

Print this entry

  Categories:
view more articles

About Article Author